Lavorazione


La raccolta delle uve avviene a mano ed i grappoli vengono messi in piccole cassette, che contengono massimo 20 kg, per rispettare l'integrità dei singoli acini ed evitare ogni sorta di danneggiamento. Non appena le uve entrano in cantina, avviene un abbassamento della temperatura, per preservare i profumi dell'uva ed in seguito viene innalzata per consentire il processo di fermentazione. Grazie a queste attenzioni, i viticoltori riescono a ottenere vini con decisa riconoscibilità e caratterizzazione del terroir.

Una cura particolare viene riservata alle tecniche di vinificazione adottate: nei vini bianchi esse sono volte a preservare i profumi mentre nei vini rossi vengono scelte e realizzate a seconda del vitigno e della tipologia delle uve.


L'utilizzo della barrique è moderato e limitato soltanto ai vini rossi. Il processo di micro-ossigenazione naturale che si realizza in barrique grazie alle caratteristiche di porosità del legno, è infatti una tecnica particolarmente ricercata, adottata per alcuni vini rossi che si prestano a tale invecchiamento.
Rio Maggio riserva questa tecnica ai vini che per struttura e caratteristiche trovano in tale processo un reale valore aggiunto, consentendo una lenta maturazione e l'acquisizione di una equilibrata caratteristica barricata.
L'azienda si prende cura dell'intero processo di produzione, partendo dalla vendemmia per concludere con l'imbottigliamento, che avviene nella cantina.

Rio MaggioQualità e rispetto per
l'ambiente

La vocazione alla qualità si esprime anche nell'utilizzo limitato di solforose nel vino e nell'attenzione e la cura impiegate per evitare residui fito-sanitari.
Proprio in virtù di tali accortezze l'azienda è stata selezionata dalla Guida Du Pont all'interno del Progetto Qualità Globale, che raccoglie le cantine italiane votate a una filosofia produttiva basata sulla sicurezza e sul rispetto del territorio: non solo assenza di residui fitosanitari e basso contenuto di anidride solforosa, ma anche aggiornamento costante sui prodotti per la difesa della vite, valorizzazione del territorio, pratiche agronomiche e enologiche in sintonia con l'esigenza di salvaguardare l'ambiente.

L'azienda adotta inoltre una coltivazione a basso impatto ambientale, prestando attenzione anche ai materiali utilizzati, come ad esempio cartone riciclato per i propri imballaggi e vetro riciclato per le bottiglie.

 


 
 
AddThis Social Bookmark Button