La Storia

riomaggio_storia1La nostra storia inizia con Graziano Santucci, che fondò l'azienda nel 1976, dedicando alla sue vigne l'amore e  l'attenzione di chi lavora il vino per autentica passione.
Da questo profondo amore per la terra nasce Rio Maggio, agli inizi una piccola azienda in cui pulsava il cuore della tradizione e delle conoscenze che Graziano tramandò a suo figlio Simone.
Alla morte di suo padre, Simone Santucci, insieme alla moglie Tiziana, prese le redini dell'azienda di famiglia, deciso a valorizzare e mettere a frutto le potenzialità di questa campagna, e far conoscere a tutto il mondo la qualità del vino che nasce da queste colline.

Simone e Tiziana furono tra i primi in queste zone a realizzare seriamente la coltivazione di vigneti specializzati.
Impiantarono infatti i vigneti per la produzione di due importanti Doc del territorio marchigiano, in particolare per la zona tra le province di Ascoli Piceno e Macerata: Rosso Piceno e Falerio dei Colli Ascolani.
Nel corso di questi trent'anni l'azienda ha perfezionato la sua fisionomia, e si presenta oggi come una delle realtà di punta nel panorama marchigiano.

Così dal 1997, seguendo il loro istinto e senza tentennamenti, Simone e Tiziana lavorano con entusiasmo al loro sogno: produrre grandi vini e trasformare la piccola azienda di famiglia in   un nome conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. 

Questo sogno, oggi, è la realtà di Rio Maggio.

 

riomaggio_storia2
Rio Maggio è un'azienda a conduzione familiare, giovane e dinamica, da sempre attenta al rispetto del territorio e alle identità dei singoli vitigni.
Una produzione tutt'oggi in espansione, e un nome che è divenuto in breve tempo sinonimo di vino di grande qualità.

 
AddThis Social Bookmark Button